Home

 

Miele di Montagna

MIELE DI MONTAGNA



<<Ritorna all'elenco


Il miele di montagna include i seguenti mieli:

 


Miele di acaciaDi acacia : Il nome commerciale di miele di acacia è oramai quasi ovunque consolidato per il raccolto su robinia pseudoacacia . E' certamente fra i mieli più conosciuti dai consumatori ed apprezzato per le sue caratteristiche di estrema delicatezza. E' di colore giallo paglierino, talvolta quasi incolore, è liquido e si mantiene tale molto a lungo se scaldato anche solo delicatamente.
Il profumo viene descritto come poco intenso, lievemente floreale, profumo di cera nuova, talvolta un po' più volgare (straccio o carta bagnati). In bocca stupisce la sensazione di dolce, di sciroppo zuccherino, completata dal sapore confettato, di vaniglia, che è la caratteristica e la tipicità di questo miele in purezza.

 

 

 

Miele di castagnoDi castagno : E' uno dei mieli monoflorali più conosciuti. Un miele che spesso divide i gusti dei consumatori in due categorie ben distinte: chi lo ama e chi lo evita. E' di colore ambrato, più o meno scuro, può essere presentato sia allo stato liquido che cristallizzato, anche se è più frequente trovarlo allo stato liquido perché un leggero riscaldamento successivo all'estrazione, a temperatura alveare, è sufficiente a impedire a lungo la formazione di cristalli. Il profumo è decisamente intenso, aromatico, pungente, acre, chimico, animale, di mela marcia, di sapone di Marsiglia, di tannino.
In bocca il sapore è pieno, aromatico, al primo approccio dolce ma pronto a trasformarsi in sempre più amaro ed astringente, talvolta decisamente amaro. L'aroma richiama l'odore tannico e persistente.

 

 

 

Miele di tiglioDi tiglio : Il miele deriva soprattutto dalle due specie spontanee Tilia cordata e Tilia platyphyllos diffuse nelle aree pedemontane e lungo i fiumi, e da altre specie ornamentali coltivate in giardini, parchi e viali. E' di colore ambrato chiaro o meglio giallo con riflessi verdognoli nel miele liquido, da bianco a crema quando cristallizzato. E' presentato quasi sempre allo stato solido anche se cristallizza lentamente formando spesso cristalli grossolani. Il profumo è intenso, mentolato, ma anche canforato, resinoso, farmaceutico e in parte ricorda il profumo della tisana di fiori di tiglio.
Il sapore è piacevolmente dolce, fresco, talvolta amaro a fine bocca. L'aroma è fresco, mentolato, molto persistente, talvolta addirittura stucchevole per i mieli in purezza. I mieli di montagna dove compare il tiglio, aggiungono alla loro naturale delicatezza il sapore fresco del tiglio che così in miscela appare molto più fine e piacevole anche al cucchiaio.

 

 

Miele di rododendroDi rododendro : E' il miele simbolo delle nostre montagne. Purtroppo raro in quanto non tutti gli anni può essere prodotto in purezza. Il fiore è però talmente appetito dalle api che il suo nettare è rappresentato in quantità più o meno importanti in tutti i nostri mieli di alta montagna. Il miele è di colore molto chiaro, quasi bianco avorio quando in purezza. Cristallizza lentamente, ma forma cristalli fini, in massa pastosa e piacevolmente solubili in bocca Al naso è talmente delicato da non essere talvolta quasi percepibile, lievemente vegetale e fruttato, di propoli. In bocca è dolce, lievemente acido, fresco, ha gusto fine di frutti di bosco, l'aroma è tenue e poco persistente.

 

 

 

Miele millefioriMillefiori : Si presenta con colore che varia dal bianco-beige molto chiaro a beige scuro. Di norma ha un odore delicato e un sapore normalmente dolce. II miele millefiori deriva per lo più dal nettare di numerosissime piante erbacee nei prati polifiti, al quale si somma quello di alcune piante arbustive e arboree. Per l’alto contenuto in glucosio tende a cristallizzare in tempi più o meno rapidi. Poiché il miele è poliflorale (deriva dal nettare di numerose piante), lo standard qualitativo non è costante nelle diverse aree ove viene prodotto, in quanto ciò dipende dalle caratteristiche vegetazionali delle diverse zone e dall’epoca di smelatura.

 

Lista Eventi

Calendario Eventi

<<  Novembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Associazioni del Parco Culturale

Redazione ed Immagini